Il gusto di sentirsi inutili

doxa, msc

Errore principe (o madre) di ogni ragionamento sociale e’ il credere che questo periodo storico sia irreparabilmente più corrotto e disperato di ogni altro.

Chiaro: non e’ vero, anzi, probabilmente e’ vero l’opposto.

Pero’ voglio solo dire che quello che sta succedendo intorno al tema dell’eutanasia, mi mette addosso una grande tristezza. Il vizio del gruppo a coercere gli individui e’ uno dei prodotti più raccapriccianti degli aggregati sociali.

Un giorno ero a Caprera con mio padre. Ero molto piccolo, ma abbastanza grande per capire qualcosa di interessante. Stavamo visitando il “Compendio Garibaldino”, ovvero il museo/casa dove Garibaldi passo’ gli ultimi anni di vita.

In quella circostanza, mio padre mi spiego’ che Garibaldi avesse espresso la volontà di essere cremato, ma che dato il valore simbolico della sua salma, una volta morto, i grandiosi patrioti ebbero l’ottima idea di imbalsamarlo… questo tipo di gesti, per quanto insignificanti, mi fanno avere un certo disgusto degli uomini.

Il concetto che l’individuo sia irriducibile, pare non pervenuto.

Pare non sia chiaro, ad alcuni, che all’individuo non gli devi cagare il cazzo.

Eppure…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s