I denti dei francobolli

Senza categoria

Mentre negli anni ’70 De Andrè si crogiolava nell’estetica del bombarolo, della prostituta, dell’anarchico e del prigioniero, un borghesotto di Milano faceva introspezione, esplorava l’individuo e il suo travagliato rapporto con il resto del mondo allora in subbuglio. Egli approfondiva e sviluppava un tema che veniva solo sfiorato dal Fabrizione nazionale durante il conteggio dei denti dei francobolli.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s