Espropriazione

Senza categoria

Nel campo semantico della politica e dell’economia, questa parola dall’aspro suono esprime una violenza cruda, ma solenne; una violenza che non prevede spargimento di sangue, ma solo un perentorio e ieratico “questo non è più solo tuo”.

Tu fai il palazzone su terreno fertile? non lo dovevi fare, ma già che c’è, io te lo porto via.
Questa violenza non ha una giustificazione? Perchè il fatto che ci sia gente senza casa, senza cibo, senza libertà di scelta, ne ha una?
Siamo tutti sulla stessa barca, tocca pigliallo ar culo a rotazione.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s